La UILDM ritiene che la persona con disabilità grave e gravissima debba essere messa in grado di vivere in una condizione di pari opportunità e dignità rispetto agli altri cittadini. Per questo motivo propone un’idea di assistenza  innovativa rispetto alla tradizione: l’Assistenza Personale, basata sul concetto di autonomia come autodeterminazione delle persona disabile.
Con l'assistenza personale autogestita

- La persona disabile può gestire in prima persona la propria vita: sarà lei a scegliere in autonomia come, dove e quando farsi aiutare, sulla base della valutazione dei propri bisogni e progetti.
- viene favorita la domiciliarietà e allo stesso tempo viene attenuato l’onere assistenziale a carico della famiglia.
- si favorisce l’integrazione sociale delle persone disabili
- si ottimizzano i costi: a parità di spesa la persona beneficia di più ore di assistenza con qualità più elevata perché l’assistenza è fornita secondo gli effettivi bisogni della persona disabile. L’assistenza è mirata e personalizzata.
L’assistenza personale, oltre ad ottimizzare i costi del servizio, migliora la qualità della vita della persona disabile e di chi gli sta accanto.

Vita Indipendente a Bologna

Il progetto 2004 è rivolto ai soci della UILDM affetti da patologia neuromuscolare ed ai soci AISM e ASITOI con alto grado di invalidità motoria e mira a fornire assistenza personalizzata gestita direttamente dalla persona disabile.
La prima fase del progetto ha riguardato lo studio dei singoli casi noti e si propone di analizzare i bisogni e le risorse della rete sociale di riferimento della persona disabile.
La fase successiva prevede un’azione di supporto nella compilazione di progetti di assistenza personalizzati che verranno in seguito presentati singolarmente (o in forma congiunta) agli enti competenti, i quali provvederanno allo stanziamento dei fondi previsti dalla legge.
La terza fase, vede la UILDM impegnata nel fondamentale ruolo di supporto all’assistenza attraverso ricerca di personale, corsi di formazione, consulenza per la stesura dei contratti (nei quali le due parti saranno costituite dalla persona disabile e dall’assistente), ed eventuale ruolo di coordinamento tra staff di assistenti e persone disabili titolari dei progetti

Ad aprile 2004 il progetti Vita Indipendente a Bologna coinvolge 7 persone (soci UILDM e AISM), titolari di altrettanti progetti personalizzati.
E' stato inoltre realizzato un fimato promozionale "Vita Indipendente - L'assistenza Personale", che viene inviato a tutte le sezioni UILDM, ai Servizi Sociali dei Comuni ed alle Aziende Sanitarie Locali.

La sezione UILDM di Bologna dispone di una grande quantità di materiale informativo sul tema della Vita Indipendente: accanto ai testi di Roberto Bressanello, pioniere della V.I. in Italia, vi sono riviste, riferimenti normativi, pubblicazioni, videocassette relative ad esperienze nazionali ed internazionali. In particolare, segnaliamo la videocassetta sulla cooperativa svedese STIL. Frau Shliedermann - Coop STIL
 
 Per maggiori informazioni, è possibile consultare:

http://www.enil.it/

Iscriviti alla nostre newsletter

librisolidali

ARTISTI UILDM

pittore