Si è conclusa con successo il 19 aprile la Giornata Nazionale 2017 dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM). Iniziata il 1 aprile, aveva al centro il progetto “Giocando si impara” per rendere inclusivi i parchi gioco italiani. «La nostra missione – spiega Marco Rasconi, presidente nazionale UILDM – è fare dell’inclusione un obiettivo sempre più concreto per le persone con disabilità e per le loro famiglie. Con “Giocando si impara” l’obiettivo si avvicina perché l’inclusione inizia da subito, fin da piccoli: i parchi gioco devono essere accessibili e dotati di giostre adatte anche ai bambini con disabilità perché le relazioni che costruiscono oggi sono la società nella quale vivranno da adulti. Una società che tutti dovremmo volere più matura e consapevole. Grazie a tutti quelli che sono scesi in campo in queste settimane, in ogni modo, per far sì che potessimo raggiungere questo risultato straordinario».

 

I NUMERI DI “GIOCANDO DI IMPARA”

L’obiettivo della campagna è stato raggiunto e superato. Con i fondi raccolti, già entro l’anno UILDM potrà iniziare a finanziare nei parchi e nelle aree verdi gli interventi per l’accessibilità. La lacuna da colmare su questo tema è grande: su 8.000 comuni italiani poco più di 350 offrono parchi inclusivi e/o parchi con almeno una giostra accessibile, meno del 5%. C’è molto da fare, quindi, e “Giocando si impara”, progetto elastico che si adatta alle diverse realtà perché modulare e facilmente declinabile nei contesti urbani, potrà essere preso ad esempio.

 

GRAZIE!

Grazie da tutta l’associazione ai tanti volontari e amici che hanno portato UILDM nelle piazze, a contatto con la vita delle comunità, e sono stati presenti con molti punti di raccolta ed eventi per sensibilizzare sui temi dell’inclusione e del diritto al gioco di tutti i bambini. Grazie alle migliaia di donatori che ci hanno confermato la loro fiducia attraverso il numero solidale, le nostre tavolette di cioccolata e sostenendo direttamente “Giocando si impara”. Grazie anche ai molti partner senza i quali non sarebbe stato possibile raggiungere questo successo, a cominciare da Fondazione Telethon, AVIS, Cittadinanzattiva, Famiglie SMA, Parent Project Onlus, ASAMSI, FIWH, tutto il CAMN, proseguendo con i media partner Rai, La7, Sky, Discovery insieme ai circuiti MovieMedia, UCI Cinemas e ACEC. Grazie anche al mondo dello sport, in particolare a Lega Serie A e Legabasket Serie A che sono scese in campo a sostegno del progetto con le squadre e tutti i giocatori. Grazie al regista Aldo Bisacco, socio UILDM, che ha realizzato il video promozionale della Giornata e reso tangibile cosa significa avere un parco giochi accessibile. Video che non sarebbe stato lo stesso senza i fantastici testimonial della Giornata Caterina, Cristian e Samuele: un enorme grazie a loro e alle straordinarie mamme Claudia e Raffaella per il supporto alla promozione della Giornata e per aver reso ancora più bella ed emozionante questa esperienza.

 

Sarà un modo insolito  di esprimere un gesto di solidarietà verso coloro che sono diversamente abili, sarà un tentativo di portare avanti una riflessione comune sul tema , di attenuare, anche solo per un giorno, la differenza tra persone. 

Al concetto di “diversità” cerchiamo di proporre quello di “capacità personali”, legate a linguaggi e codici diversi, ma comprensibili e condivisibili nella relazione tra individui.   

Il cammino, che durerà tutto un giorno, sarà una scusa insolita, per poi trattare un tema specifico che sarà quello di “Scuola e disabilità” (tenteremo di fare il punto della situazione, coinvolgendo più esperienze possibili).

Sono stati individuati, vicino alla Casa per la pace, 3 percorsi, che saranno per 24 ore consecutive, vissuti da persone, che li percorreranno, dando continuità alla camminata per la durata dell’iniziativa.

Il cammino  è rivolta a tutti : associazioni che si occupano di disabilità, gruppi sportivi, gruppi scolastici e a tutte le persone disposte a camminare con noi. 

Tutte le iniziative svolgeranno nei pressi della  Casa per la pace e dintorni :

percorso 1 : si cammina davanti alla Casa per la pace (mt.200)
percorso 2 : si cammina intorno all’isolato, senza attraversamenti stradali (mt.450)
percorso 3 : si cammina o si corre per circa 3 km. (partendo dalla Casa per la pace ci si dirige in direzione Bologna si attraversano via Canonica e via Caravaggio, poi il vialetto pedonale lungo il Canale Reno; si ritorna attraversando il secondo ponte e facendo a ritroso il vialetto opposto)

 

La manifestazione partirà alle ore 15 di sabato 8 aprile e terminerà alle ore 15 di domenica 9 aprile 2017 e sarà contornata da numerose iniziative di carattere culturale associativo e ricreativo (musica, burattini, intrattenimenti vari…)

La partecipazione sarà gratuita (metteremo solamente un contenitore per offerte libere per l’iniziativa).

Per partecipare e dare la propria  adesione è necessario prenotarsi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ogni mezz’ora partiranno gruppi di persone, quindi si può camminare insieme ad un amico, al proprio gruppo, alla propria classe…..

Dimostreremo  la nostra solidarietà camminando, mettendo la nostra attenzione al difficile “cammino” di chi vive quotidianamente una situazione di disabilità.

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Percorsi di pace e dalla Polisportiva Giovanni Masi, patrocinata dal Comune di Casalecchio di Reno, in collaborazione con le associazioni FUTURA, Associazione D’iDee e Il Centro di Documentazione Handicap con il sostegno di Galileo Ingegneria.

Scarica volantino clicca qui

Scarica documentazione iniziative clicca qui

Maurizio Sgarzi