La Sezione UILDM del Lazio, con il patrocinio della Direzione Nazionale, lo scorso mese di gennaio ha organizzato una Convention dedicata alle novità scientifiche e riabilitative nelle patologie neuromuscolari.

Nel dettaglio, sabato 17 gennaio si è svolto il convegno dal titolo "Patologie neuromuscolari del paziente adulto: novità scientifiche e riabilitative", mentre sabato 24 gennaio si è parlato di "Patologie neuromuscolari in età pediatrica e paralisi cerebrali infantili: novità scientifiche e riabilitative".

Come spiega la promotrice dell’evento, Maria Elena Lombardo, Direttore Sanitario della UILDM Lazio e membro della Commissione Medico-Scientifica UILDM: «Le malattie neuromuscolari comprendono un ampio gruppo di patologie rare a trasmissione genetica per cui, per molte di loro, attualmente non esiste una cura definitiva. Nonostante ciò, con una sempre più adeguata presa in carico globale sia di tipo fisioterapeutico che di gestione delle complicanze cardiologiche, respiratori ed ortopediche, abbiamo assistito ad un cambiamento della loro storia naturale con un netto miglioramento della durata e della qualità della vita dei pazienti».
«Parallelamente  – prosegue Lombardo – la ricerca scientifica ha fatto passi da gigante nello studio della cura e delle forme più frequenti di patologie neuromuscolari, per cui sono in corso o in attesa di partenza numerosi trials clinici sperimentali direttamente sull’uomo».

L’obiettivo di questa convention è stato quello di valorizzare l’importanza della presa in carico riabilitativa per le patologie neuromuscolari e per altre forme di patologie neurologiche croniche, tramite un aggiornamento sulle tecniche riabilitative e di gestione delle complicanze e sulle importanti novità in ambito scientifico.

Per maggiori informazioni, consulta i programmi della prima e della seconda giornata.

librisolidali

ARTISTI UILDM

pittore